ETH Hönggerberg, Werner, fotografiert am Montag (13.11.2017) Bild: Christoph Kaminski, kellenbergerkaminski

Valutazione della situazione epidemiologica, 2 febbraio 2021

Situazione generale

Dinamica

Su scala nazionale l’epidemia di SARS-CoV-2 evidenzia all’inizio di gennaio un calo e a metà dello stesso mese un andamento stabile o leggermente in flessione. Le stime del tasso di riproduzione effettivo Re sono1:
  • 0,98 (intervallo di confidenza del 95%, IC: 0,84-1,12) sulla base dei casi confermati al 22.01.2021.
  • 0,66 (95% IC: 0,49-0,81) sulla base delle ospedalizzazioni al 17.01.2021. A titolo di confronto, il calcolo del tasso Re basato sui casi confermati è stimato, per lo stesso giorno, a 0,97 (95% IC: 0,87-1,07).
  • 0,81 (95% IC: 0,64-1) sulla base dei decessi al 10.01.2021. A titolo di confronto, il calcolo del tasso Re basato sulle ospedalizzazioni è stimato, per lo stesso giorno, a 0,76 (95% IC: 0,67-0,85). Il calcolo del tasso Re basato sui casi confermati è stimato, per lo stesso giorno, a 0,86 (95% IC: 0,78-0,96).
A causa dei ritardi nelle segnalazioni e delle oscillazioni dei dati, potrebbe essere necessario rettificare le valutazioni effettuate. I valori di Re che forniamo rispecchiano la situazione dei contagi relativa a 10 giorni fa fino a diverse settimane precedenti a causa della distanza temporale tra il momento dell’infezione e il sopraggiungere di un evento (conferma dei casi, ospedalizzazioni, decesso). Da un’osservazione delle sette grandi regioni della Svizzera emerge che in queste aree le tendenze sono costanti o in declino. L’analisi è suffragata dai tempi osservati in cui i casi confermati, le ospedalizzazioni e i decessi sono raddoppiati o si sono dimezzati negli ultimi 14 giorni2. I casi confermati hanno registrato una variazione del -22% (IC: da -11% a -31%) alla settimana, le ospedalizzazioni del -34% (IC: da -25% a -41%) e i decessi del -19% (IC: da -5% a -32%). Questi dati rispecchiamo la situazione dei contagi di diverse settimane fa.

Numeri assoluti

Il numero cumulato dei casi confermati degli ultimi 14 giorni è di 296 per 100 000 abitanti. La positività si attesta al 10,4% (situazione al 31.01.2021, tendenza in declino; il tasso Re basato sulla positività al 22.01.2021 è pari allo 0,81 (95% IC: 0,69-0,91)). Il numero di pazienti COVID-19 nelle unità di terapia intensiva ha registrato un valore compreso tra 283 e 3413 ricoverati negli ultimi 14 giorni (la variazione era -11% (IC: da -4% a -17%) alla settimana). Il numero di decessi quotidiani negli ultimi 14 giorni si è attestato tra 27 e 594. Dal 1° ottobre 2020, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha registrato 6904 decessi confermati in laboratorio.5 In questo periodo, i cantoni hanno segnalato 7502 decessi6. Le statistiche sulla mortalità elaborate dall’Ufficio federale di statistica evidenziano una considerevole sovramortalità dalla settimana 43 del 2020 nella fascia di età dai 65 anni in su7. Nonostante tale sovramortalità sia in declino, resta comunque visibile nelle seguenti grandi regioni della Svizzera: Svizzera orientale, Zurigo, Svizzera centrale e Ticino8.

Nuove varianti

Le varianti B.1.1.7 e 501.V2 descritte in origine rispettivamente in Gran Bretagna e in Sudafrica sono state identificate per la prima volta in Svizzera nella settimana 51 del 2020. Dalle analisi e dai dati epidemiologici rilevati con il tracciamento dei contatti si osserva che queste varianti hanno una velocità di trasmissione più elevata rispetto ai ceppi finora noti di SARS-CoV-29. La caratterizzazione genetica dei campionamenti casuali tratti da soggetti risultati positivi dei laboratori di prova nonché la caratterizzazione genetica sistematica di campioni condotta presso il laboratorio di riferimento di Ginevra consentono di tracciare nel tempo l’incidenza delle infezioni riconducibili a queste varianti in Svizzera. Dal primo rilevamento, la quota di tali varianti rispetto al totale dei contagi è aumentata costantemente. Nella terza settimana del 2021 (dal 18.01.2021), l’incidenza della variante B.1.1.7 in Svizzera è stata stimata al 10% circa (intervallo di confidenza del 95%, dall’8% al 12%; rispecchia la situazione dei contagi relativa all’incirca a 10 giorni prima10).

Riferimenti:

[1] https://sciencetaskforce.ch/it/tasso-di-riproduzione/ e https://ibz-shiny.ethz.ch/covid-19-re-international//: le stime degli ultimi giorni possono subire delle leggere variazioni, che si verificano in particolare nelle regioni di piccole dimensioni, in caso di dinamiche dall’andamento variabile o di numeri di casi inferiori. Considerata la metodologia applicata, non sempre è possibile riprodurre in toto l’effettiva confidenza riguardo ai valori delle stime.

[2] https://ibz-shiny.ethz.ch/covidDashboard/trends: a causa dei ritardi nelle segnalazioni, non vengono presi in considerazione per i casi confermati e per il numero di ospedalizzazioni/decessi rispettivamente gli ultimi 3 e 5 giorni.

[3] https://icumonitoring.ch

[4] https://www.covid19.admin.ch

[5] https://www.covid19.admin.ch

[6] https://github.com/openZH/covid_19 und https://github.com/daenuprobst/covid19-cases-switzerland

[7] https://www.bfs.admin.ch/bfs/de/home/statistiken/gesundheit/gesundheitszustand/sterblichkeit-todesursachen.html

[8] https://www.experimental.bfs.admin.ch/expstat/en/home/innovative-methods/momo.html

[9] https://sciencetaskforce.ch/wp-content/uploads/2021/01/Wissenschaftliches_Update14Jan21-DE_IT.pdf

[10] https://sciencetaskforce.ch/it/nextstrain/