ETH Hönggerberg, Werner, fotografiert am Montag (13.11.2017) Bild: Christoph Kaminski, kellenbergerkaminski

Valutazione della situazione epidemiologica, 21 dicembre 2020

Download PDF

Deutsch    Français    Italiano

Situazione generale

Su scala nazionale l’epidemia di SARS-CoV-2 evidenzia un andamento stabile o tendente all’aumento. Il tasso di riproduzione effettivo Re è pari a:1

  • 1,05 (intervallo di confidenza del 95%, IC: 1,03-1,07) sulla base dei casi confermati (al 10.12.2020)
  • 0,94 (95% IC: 0,85-1,03) sulla base delle ospedalizzazioni (al 05.12.2020)
  • 1,01 (95% IC: 0,88-1,14) sulla base dei decessi (al 29.11.2020)

Il tasso Re basato sui casi confermati e sui decessi si è assestato nettamente al di sopra della soglia critica di 1, il che indica una crescita esponenziale dell’epidemia. Tale analisi è suffragata dai tempi osservati in cui i casi confermati e le ospedalizzazioni sono raddoppiati o si sono dimezzati negli ultimi 14 giorni.2 Il numero di pazienti COVID-19 nelle unità di terapia intensiva (464-482)3 e il numero di decessi quotidiani (60-91)4 sono rimasti a livelli elevati relativamente stabili negli ultimi 14 giorni. Il numero cumulato dei casi confermati degli ultimi 14 giorni è di 689 per 100 000 abitanti.

Dal 1° ottobre 2020, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha registrato 4383 decessi confermati in laboratorio.5 In questo periodo, i cantoni hanno segnalato 4810 decessi.6 Le statistiche sulla mortalità elaborate dall’Ufficio federale di statistica evidenziano una sovramortalità nel corso delle ultime 7 settimane nella fascia di età dai 65 anni in su.7 Il fenomeno di sovramortalità interessa tutte le grandi regioni della Svizzera, con l’eccezione della Regione del Lemano.8

[1] https://sciencetaskforce.ch/it/tasso-di-riproduzione/ e https://ibz-shiny.ethz.ch/covid-19-re-international le stime degli ultimi giorni possono subire delle leggere variazioni, che si verificano in particolare nelle piccole regioni in caso di dinamiche dall’andamento variabile o di numeri di casi inferiori. Considerata la metodologia applicata, non sempre è possibile riprodurre in toto l’effettiva confidenza riguardo ai valori delle stime.

[2] https://ibz-shiny.ethz.ch/covidDashboard/trends: A causa dei ritardi nelle segnalazioni, non vengono presi in considerazione per i casi confermati e per il numero di ospedalizzazioni/decessi rispettivamente gli ultimi 3 e 5 giorni.

[3] https://icumonitoring.ch

[4] https://www.covid19.admin.ch

[5] https://www.covid19.admin.ch

[6] https://github.com/openZH/covid_19 e https://github.com/daenuprobst/covid19-cases-switzerland

[7] https://www.bfs.admin.ch/bfs/it/home/statistiche/salute/stato-salute/mortalita-cause-morte.html

[8] https://www.experimental.bfs.admin.ch/expstat/en/home/innovative-methods/momo.html

Differenze regionali

Le differenze regionali e cantonali nell’andamento dell’epidemia di SARS-CoV-2 sono notevoli. Il numero cumulato di casi quotidiani confermati negli ultimi 14 giorni per 100 000 abitanti varia da 364 (Obvaldo) a 982 (San Gallo). In tutte le sette grandi regioni della Svizzera, il tasso di riproduzione Re sulla base dei casi confermati (mediana) al momento è assestato nettamente al di sopra di 0,8, valore obiettivo proposto dalla Swiss National COVID-19 Science Task Force che dovrebbe portare al dimezzamento dei nuovi contagi entro 14 giorni al massimo:9 Regione del Lemano (0,94; 95% IC: 0,89-0,99), Zurigo (1,05; 95% IC: 1,01-1,09), Espace Mittelland (1,05; 95% IC: 1,01-1,09), Ticino (1,05; 95% IC: 0,98-1,13), Svizzera orientale (1,06; 95% IC: 1,01-1,1), Svizzera nordoccidentale (1,08; 95% IC: 1,03-1,13), Svizzera centrale (1,13; 95% IC: 1,07-1,19). I valori di Re possono presentare delle notevoli differenze tra i cantoni di una stessa grande regione.10

[9] https://sciencetaskforce.ch/en/overview-and-evaluation-of-the-situation-in-german-13-november-2020/

[10] https://ibz-shiny.ethz.ch/covidDashboard/tables

Valutazione

Dopo l’impennata dell’epidemia di SARS-CoV-2 registrata a ottobre 2020 e la sua flessione a novembre 2020, da diverse settimane la tendenza a livello nazionale si è ormai stabilizzata o segna una parabola ascendente. In tutta la Svizzera, il tasso di riproduzione Re sulla base dei tre indicatori è superiore al valore obiettivo di 0,8 proposto dalla Swiss National COVID-19 Science Task Force. Emergono inoltre significative differenze regionali. Singoli cantoni o grandi regioni mostrano una leggera flessione dell’epidemia; tuttavia, la maggior parte dei territori evidenzia una tendenza ascendente. A causa dei ritardi nelle segnalazioni, dell’elevato tasso di positività dei test e del numero variabile dei test, occorre interpretare con cautela le singole stime di Re.11

In tutti i cantoni, il numero cumulato dei casi quotidiani confermati degli ultimi 14 giorni è decisamente superiore rispetto alla soglia di 60 per 100 000 abitanti. Il tasso di positività dei test è ampiamente al di sopra del valore di soglia del 5% raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità. Il carico attuale sul sistema sanitario e il numero di decessi registrato ogni giorno si mantengono a livelli elevati in numerosi cantoni. Si può presumere che la maggiore circolazione e l’aumento di contatti dovuti all’apertura della stagione degli sport invernali e alle vacanze natalizie si traducano in un aumento dei contagi. Sussiste inoltre il rischio che la nuova variante di SARS-CoV-2 individuata nel Regno Unito, che presenta una forza di trasmissione probabilmente maggiore, si diffonda nei prossimi giorni e nelle prossime settimane anche in Svizzera.12

[11] https://sciencetaskforce.ch/it/tasso-di-riproduzione/ e https://ibz-shiny.ethz.ch/covid-19-re-international/

[12] https://www.ecdc.europa.eu/en/publications-data/threat-assessment-brief-rapid-increase-sars-cov-2-variant-united-kingdom