3 luglio 2020 – Alert

La Task Force Scientifica Nazionale per il Covid-19 lancia l'allarme per il rapido aumento del numero di infezioni da SARS-CoV-2 in Svizzera

Download PDF

Deutsch   Français    Italiano

Sommario

Le infezioni da SARS-CoV-2 in Svizzera stanno aumentando a un ritmo allarmante. La Task Force Scientifica Nazionale per il Covid-19 fornisce alla popolazione, alle organizzazioni e alle autorità raccomandazioni urgenti per un’azione immediata. Raccomandiamo vivamente di evitare situazioni ad alto rischio di trasmissione. Queste situazioni includono in particolare eventi al chiuso che non consentono di mantenere la distanza fra le persone e di indossare la maschera. Ribadiamo inoltre le raccomandazioni, già espresse nei policy briefs pubblicati dalla Task Force, che si sono dimostrate efficaci, tra cui il mantenimento della distanza fra le persone, le norme di igiene, l’uso della maschera, i tests, il tracciamento dei contatti, l’isolamento e la quarantena. Un’azione immediata è essenziale per prevenire gravi danni alla salute pubblica, alla società e all’economia.

Testo principale

La popolazione svizzera ha fatto un ottimo lavoro nel ridurre il numero dei casi a un livello estremamente basso. Tuttavia, le recenti analisi epidemiologiche mostrano tendenze molto preoccupanti sia a livello nazionale che regionale (aumento del numero di casi confermati, aumento dei tassi di ospedalizzazione, elevato numero di riproduzione). In molte regioni vediamo nuovi focolai di trasmissione. In particolare, il numero di casi sta aumentando in modo esponenziale e rapido nelle zone ad alta densità di popolazione (per le stime nazionali, cantonali e regionali del numero di riproduzione si veda il link).

È estremamente importante reagire rapidamente. Ritardi nell’introduzione di misure di contenimento rendono molto più difficile controllare l’epidemia ed evitare una seconda ondata (link al policy brief della Task Force). Di conseguenza, gli impatti negativi sull’economia e sulla società aumentano drasticamente.

Il problema di una reazione ritardata è duplice:

  • In primo luogo, l’aumento del numero di casi significa che ci troviamo di fronte a un problema in crescita esponenziale. Una volta che il numero dei casi inizia ad aumentare, continuerà a farlo fino a che un intervento (o un cambiamento di comportamento della popolazione) non ne inverta la tendenza. Senza intervento e/o cambiamento di comportamento, il numero di infezioni aumenterà fino a livelli per cui l’impatto sulla salute e sull’economia sarà enorme.
  • In secondo luogo, dato che esiste un notevole ritardo fra il momento a cui avviene un’infezione e la conferma del caso (circa 10 giorni), anche un’azione immediata mostrerà un effetto solo fra alcune settimane. Dato l’attuale tempo di raddoppio, questo può portare a un numero di casi fino a quattro volte superiore prima di poter riscontrare qualsivoglia effetto. Poiché in alcuni Cantoni è difficile tracciare i contatti già con l’attuale numero di casi, un ulteriore ritardo nel prendere provvedimenti rischia di sopraffare le capacità del sistema di tracciamento dei contatti.

Come già discusso in precedenza (link al policy brief della task force), investire in un grande sforzo per mantenere basso il numero di casi è la migliore strategia da tutti i punti di vista: della salute pubblica, della società e dell’economia. La società e l’economia si riprenderanno pienamente solo se riusciremo a tenere sotto controllo l’epidemia in Svizzera.

Raccomandazione

Riteniamo che sia nostra responsabilità richiedere un’azione immediata. Ognuno di noi in Svizzera, la popolazione, le autorità, gli organizzatori di eventi e le organizzazioni hanno nelle proprie mani l’opportunità di prevenire una crisi emergente. Mentre le autorità federali e cantonali devono continuare ad ampliare la capacità di testare, rintracciare i contatti, e porli in isolamento o in quarantena, nonché attuare controlli efficaci alle frontiere, formuliamo le seguenti raccomandazioni urgenti per la popolazione in generale, per gli organizzatori di eventi e per coloro che portano la responsabilità di prendere decisioni:

Raccomandiamo urgentemente le seguenti azioni:

  • Evitare situazioni ad alto rischio di trasmissione. Queste situazioni includono in particolare eventi al chiuso che non consentono di mantenere la distanza fra le persone e di indossare appropriatamente e continuamente una maschera. Esempi importanti sono i club, le discoteche e i bar.

Sottolineiamo l’importanza di mantenere le seguenti misure:

  • Rispettare la distanza fisica fra le persone e le norme di igiene.
  • Se non è possibile mantenere la distanza, indossare una maschera in maniera adeguata.
  • Quando si partecipa in qualsivoglia evento, ufficiale o informale, attenersi rigorosamente alle norme di igiene e di distanza, in particolare quando è difficile rintracciare i contatti in maniera efficace.
  • Scaricare e utilizzare l’app “SwissCovid”.
  • Arieggiare regolarmente i locali per ridurre il rischio di trasmissione.
  • Tenere gli eventi all’aperto quandunque possibile.

Queste raccomandazioni sono coerenti con l’evidenza scientifica già presentate nelle nostre policy briefs.

Date of request: –
Date of response: 3/7/2020

In response to request from: NCS-TF

Comment on planned updates: Update planned as soon as an important body of new evidence becomes available.

Expert groups and individuals involved: All expert groups and the advisory board

Contact persons: Martin Ackermann (martin.ackermann@env.ethz.ch), Sebastian Bonhoeffer (seb@env.ethz.ch), Matthias Egger (matthias.egger@snf.ch)